diapo sport risultati x sitoProgetto Vita" torna ad occuparsi per il 18° anno consecutivo del tema dell’ arresto cardiaco improvviso con particolare attenzione all’ambiente dello sport, anche alla luce dell’approvazione in senato del decreto legge 150/2012 noto come decreto Balduzzi (20 luglio 2013) che all’articolo n.7 cita:“Più controlli sull'attività sportiva non agonistica, ma niente fondo ad hoc per nuovi defibrillatori “.
Con decreto del ministro della Salute, adottato di concerto con il Ministro delegato al turismo e allo sport, si dispongono garanzie sanitarie mediante l'obbligo di idonea certificazione medica, linee guida per l'effettuazione di controlli sanitari sui praticanti e per la dotazione e l'impiego di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita, da parte di società sportive professionistiche e dilettantistiche. Niente fondo di 4 milioni aggiuntivi da un finanziare con l'aumento delle aliquote sui tabacchi per l'acquisto di altri defibrillatori.

Gli obiettivi della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per il ” Progetto Vita Sport” sono quelli di diffondere alla popolazione la cultura del primo soccorso in situazioni di emergenza, far conoscere le semplici manovre di rianimazione cardio-polmonare e incrementare quanto più possibile il numero di defibrillatori nelle strutture sportive, formare attraverso corsi BLS-D (Basic Life Support-Defibrillation) tenuti da istruttori del Centro Formazione Progetto Vita coloro che operano nello sport..

L’incidenza della morte cardiaca improvvisa è paragonabile a quella determinata dalla somma dei principali tumori conosciuti e 10 volte superiore a quella legata agli incidenti stradali e circa 50 volte superiore rispetto alla mortalità dovuta all’AIDS. Duecento morti ogni giorno, una ogni 8 minuti, molte in giovane età, molte evitabili.
La percentuale di sopravvivenza è strettamente legata alla tempestività dell’intervento di soccorso. Per questo, in attesa dell’arrivo del personale sanitario, chi è testimone di un evento drammatico deve essere in grado di intervenire.

Non tutti sanno che l’utilizzo entro pochissimi minuti di un defibrillatore semiautomatico esterno (DAE), potrebbe salvare la vita alle persone colpite da arresto cardiaco in almeno il 35% dei casi .Questo significa che in Italia 25000 persone potrebbero essere salvate se tutti noi conoscessimo come iniziare la rianimazione e avessimo un defibrillatore a disposizione.

Nella nostra esperienza a Piacenza in 9 casi di arresto cardiaco avvenuti in centri sportivi dotati di un Defibrillatore, 8 persone sono state salvate e hanno ripreso la loro vita. Al contrario su 8 casi di arresto cardiaco avvenuti in impianti senza Defibrillatore solo una persona si è salvata senza danni neurologici.

Progetto Vita Sport si propone di dotare, grazie al vostro sostegno, gli impianti sportivi della vostra città di un defibrillatore .

SCARICA IL MODULO DI RICHIESTA

Per aiutare le società sportive, dal luglio 2012 Progetto Vita e CONI collaborano per portare all’interno delle società sportive la raccolta “consapevole” dei fondi per dotare ogni impianto sportivo di un defibrillatore.Il materiale comprende:
lavagna- una lavagna con 100 caselline da riempire con adesivi a forma di cuore (ogni casellina corrisponde alla raccolta di 20 euro)

 

 

blocchetto1- 100 blocchetti composti da 10 biglietti ciascuno. 

Ogni biglietto deve essere consegnato alle persone in cambio della donazione di 2 Euro. Quando viene consegnato il decimo biglietto si stacca il cuore rosso adesivo (vedi immagine sotto) e lo si applica su una casellina della lavagna.

blocchetto2

Si prosegue con la raccolta fondi fino al completamento delle 100 caselline con i cuori da applicare.
Al termine della raccolta contattate l’associazione Il Cuore di Piacenza ONLUS che vi fornirà le informazioni per procedere con l’acquisto del defibrillatore.

Potrete prendere contatto con una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

oppure telefonando al numero: 0523-880336

 

View the embedded image gallery online at:
https://progetto-vita.eu/it/progetto-vita-sport#sigFreeIdc0aea520c3

 

Associazione Progetto Vita
C/o U.O. Cardiologia, Ospedale G. da Saliceto, Polichirurgico 2° Piano Blocco A
Via Taverna 49, 29121 Piacenza

Sede sociale: Via Martiri della Resistenza 2b
Sede legale: Largo Matteotti, 16 - 29121 Piacenza
C.F. 9 1 0 6 1 5 9 0 3 3 6 - IBAN IT21L0503412600000000004437

La segreteria risponde da Lunedì a Venerdì  dalle 9:30 alle 17:00

Tel. 0523-880336

Fax 0523-880337

 Mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PEC:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per informazioni la Sede di Via Martiri della Resistenza 2/b

è aperta ogni Martedì e Giovedì dalle ore 15:00 alle ore 17:00

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.