I progetti di Defibrillazione Precoce (PAD) sono ancora poco diffusi sul territorio nazionale pur dimostrandosi efficaci nella riduzione della mortalità da arresto cardiaco. Con modelli come quello di Progetto Vita Piacenza si raggiungono percentuali di sopravvivenza del 41,4% ( Am. Heart J, Vol. 172, p192–200) . La semplificazione dell’addestramento all’uso del DAE è alla base del modello organizzativo di Progetto Vita, che dopo aver addestrato oltre 30000 esecutori laici, si pone come obiettivo quello di far crescere negli ambiti scolastici, a partire dall’infanzia, la cultura e l’addestramento alla rianimazione cardiopolmonare con uso del DAE alimentando naturalmente la rete dei primi soccorritori.
Progetto Vita, per questo motivo organizza un percorso scolastico strutturato, ”Progetto Vita Ragazzi”, che prevede che i docenti siano autonomi nel proporre pacchetti formativi dedicati agli studenti dei diversi livelli scolastici delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo ordine.
METODO Gli insegnanti raggiungono l’autonomia nel trasferire la proposta formativa agli studenti in seguito ad un percorso a carico del Centro di Formazione di Progetto Vita, che comporta tre steps: corso di formazione per esecutori di BLS D laico; condivisione di struttura del corso Progetto Vita Ragazzi e relativi contenuti formativi; affiancamento agli Insegnanti nelle lezioni in aula con gli studenti .
I contenuti formativi sono differenziati per le diverse fasce scolastiche. Scuola Primaria: i bambini imparano a chiamare il 118/112 e ad usare il DAE. Scuola Secondaria di primo livello : i ragazzi imparano a riconoscere i segni vitali, consolidano la modalità di utilizzo del DAE. Scuola Secondaria di secondo livello: corso per esecutore Defibrillazione Precoce con dimostrazione del massaggio cardiaco e rilascio autorizzazione all’uso del DAE.
RISULTATI Dal 1999, sono stati formati come esecutori BLS D 1687 insegnanti e 3846 studenti hanno percorso formativo scolastico. Negli ultimi cinque anni, due Istituti hanno consolidato l’esperienza dell’autonomia didattica: una scuola primaria ed un Istituto di scuola secondaria di secondo livello. L’esperienza ha portato alla formazione di 1300 studenti. Nell’anno 2016 “Progetto Vita Ragazzi” si è esteso ad altri 3 Istituti di scuola secondaria di secondo livello, a 5 Istituti di scuole secondarie di primo livello e ad 11 Istituti di scuole primarie coinvolgendo un totale di 56 insegnanti.
CONCLUSIONI Il percorso di autoformazione degli studenti condotto dagli Insegnanti nell’ambito del Progetto Vita Ragazzi si è dimostrato fattibile e in grado di coinvolgere sempre più Istituti scolastici grazie alla convinzione e coscienza che si è creata negli Insegnanti che si sono fatti promotori del progetto. Il progetto è di semplice realizzazione e di basso costo, sia per quanto riguarda i supporti didattici, sia perché nell’ambito dell’attività del programma didattico non richiede costi aggiuntivi per gli Istituti scolastici .
Questo metodo, se strutturato sistematicamente in tutte le scuole, permetterà di avere studenti progressivamente sensibilizzati e formati all’uso del Defibrillatore e al primo soccorso contribuendo a raggiungere più facilmente l’obiettivo dei PAD.

Associazione Progetto Vita
C/o U.O. Cardiologia, Ospedale di Castel S.Giovanni (PC) 

Sede sociale: Via Martiri della Resistenza 2b
Sede legale: Largo Matteotti, 16 - 29121 Piacenza
C.F. 9 1 0 6 1 5 9 0 3 3 6 - IBAN IT21L0503412600000000004437

La segreteria risponde da Lunedì a Venerdì  dalle 9:30 alle 17:00

Tel. 0523-880336

Mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PEC:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.