In occasione della festa “Attiva il tuo cuore”, organizzata sul Pubblico Passeggio da Campagna Amica, Consorzio di Bonifica, Coldiretti e Ausl di Piacenza, ragazzi e ragazze provenienti da varie scuole della provincia si sono sparsi tra i banchi del Facsal, con i loro cappellini azzurri e gialli sulla testa, sfidando la pioggia: sotto il tendone principale, si è svolto uno spettacolo d’animazione incentrato sulla lotta tra la dieta equilibrata e il junk food, mentre gli stand ai lati sono stati dedicati alla scoperta della natura e dell’ambiente (acqua, miele, formaggio, mais, pomodoro, confetture artigianali, elementi biologici, processo di panificazione, ma anche il funzionamento del drone nel settore agricolo). Obiettivo chiaro e fondamentale: sottolineare l’importanza dell’attività fisica e promuovere abitudini di vita sane che permettano di prevenire patologie cardiovascolari, ad esempio sovrappeso, diabete, ipertensione e colesterolo alto.
Anche il punto informativo di Progetto Vita, perciò, è calzato a pennello all’interno della manifestazione. I volontari esperti nell’intervento col defibrillatore, utilizzabile da chiunque in tutta sicurezza, hanno coinvolto i bambini in attività dal carattere ludico, ma non per questo poco impegnativo. I piccoli ospiti, infatti, attraverso giochi di gruppo e spiegazioni animate, hanno appreso il funzionamento del Dae e le procedure essenziali da seguire in caso di arresto cardiaco. La raccomandazione principale, al di là del corretto posizionamento degli elettrodi e delle nozioni tecniche, è stata quella di chiamare prontamente il 118: i bambini (alcuni con le guance un po’ rosse per la timidezza) hanno simulato la telefonata al Pronto Soccorso. La mattinata è stata ricca di sorprese: all’improvviso, è entrata una ragazza ricoperta da un cuore rosso gigante di cartone. «Guardate, sono un cuore sano», raccontava ai bambini saltellando, «ma ogni tanto rischio di fare le bizze, posso avere dei problemi», proseguiva abbassando la testa, chiudendo gli occhi e calamitando l’attenzione del giovanissimo pubblico. Poco di cui preoccuparsi: i bambini, urlando a squarciagola, hanno chiamato in scena un altro attore travestito da defibrillatore che, simulando una scarica elettrica, ha rianimato l’amico a forma di cuore e ha riportato il sorriso sulle labbra degli alunni.

Le maestre e le accompagnatrici sono rimaste ampiamente soddisfatte: «Complimenti! Riuscire a parlare di una questione così delicata in modo fresco e coinvolgente, non è da tutti». Le patologie cardiovascolari, infatti, rimangono tra le principali cause di morte e di ospedalizzazione. Lo stand di Progetto Vita è rientrato nella cornice delle Giornate europee dello scompenso cardiaco, campagna promossa dalla Società Europea di Cardiologia e sostenuta dalla Federazione Italiana di Cardiologia.

Articolo Sportello Quotidiano

 

Associazione Progetto Vita
C/o U.O. Cardiologia, Ospedale di Castel S.Giovanni (PC) 

Sede sociale: Via Martiri della Resistenza 2b
Sede legale: Largo Matteotti, 16 - 29121 Piacenza
C.F. 9 1 0 6 1 5 9 0 3 3 6 - IBAN IT21L0503412600000000004437

La segreteria risponde da Lunedì a Venerdì  dalle 9:30 alle 17:00

Tel. 0523-880336

Mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PEC:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per informazioni la Sede di Via Martiri della Resistenza 2/b

è aperta ogni Martedì e Giovedì dalle ore 15:00 alle ore 17:00

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.